Salerno Letteratura: dal 16 al 24 giugno 2018

/, Intorno a noi, News/Salerno Letteratura: dal 16 al 24 giugno 2018

Salerno Letteratura: dal 16 al 24 giugno 2018

Dal 16 al 24 giugno, ritorna Salerno Letteratura, il più grande festival letterario dell’Italia del Sud: per nove giorni la città di Salerno riunirà narratori italiani e stranieri, giornalisti, filosofi, intellettuali e artisti.

Salerno Letteratura, che giunge quest’anno alla sesta edizione, proporrà un cartellone di eventi che spazieranno dalla poesia, al teatro alla danza. Tra tutte le edizioni Salerno Letteratura 2018 è certamente la più internazionale: in città arriveranno infatti autori provenienti da quattordici Paesi di tutto il mondo. Dopo aver stretto partnership a livello europeo, associandosi a festival in Portogallo, Irlanda, Spagna e Francia e dopo aver ottenuto l’Effe label, la certificazione europea assegnata alle manifestazioni culturali e artistiche più interessanti del continente, Salerno Letteratura quest’anno arricchisce le sue collaborazioni culturali, grazie a una preziosa alleanza: la partecipazione alla Rete dei Festival del Sud. Il progetto nasce dall’alleanza fra 25 manifestazioni promosse in questi anni in sei regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, con l’obiettivo di fare squadra e di valorizzare i territori attraverso la cultura.

I LUOGHI DEL FESTIVAL

Salerno Letteratura è manifestazione itinerante che si snoderà tra vicoli, piazze e slarghi nel cuore antico della città, non una sola sede ma tanti luoghi tra i  più suggestivi del centro storico di Salerno.

Da Palazzo Fruscione, inserito nella cornice di San Pietro a Corte, l’unica testimonianza archeologica di architettura palaziale di epoca longobarda al Tempio di Pomona, risalente al periodo romano, quando la città  ricevette il titolo di Collegio degli Augustali; dalla chiesa dell’Addolorata, affacciata su largo Abate Conforti al largo Barbuti, caratterizzato dall’incrociarsi di vicoli e piazze; e ancora l’arco Catalano, risalente al XV secolo, il Duomo, fondato da Roberto il Guiscardo e consacrato da Gregorio VII.

IL PROGRAMMA

Duecento ospiti provenienti da quindici nazioni. Incontri, dibattiti, performance, laboratori. Ampio spazio sarà dedicato ai bambini e ai ragazzi. Il fumetto, la musica, la comunicazione al tempo dei social, la scienza: sono solo alcune delle tematiche pensate per un pubblico giovane, che troveranno spazio in incontri dedicati e nella Summer School.

Tra gli stranieri che saranno protagonisti dell’edizione 2018: André Aciman, autore di Chiamami col tuo nome, il romanzo che ha ispirato il film di Luca Guadagnino vincitore di un Oscar; l’attore e sceneggiatore della celebre serie tv “I Soprano” Michael Imperioli; un nutrito drappello di scrittori tedeschi e austriaci, grazie alla collaborazione con il Goethe Institut, fra i quali spiccano Harald Gilbers, l’autore di I figli di Odino, e Wolfram Fleischhauer; il romanziere camerunense Patrice Nganang, reduce dalle prigioni di Yaoundé; la sudafricana Yewande Omotoso, testimone letteraria dei difficili rapporti fra bianchi e neri a Città del Capo; i francesi Olivier Guez, autore di uno straordinario reportage sul dottor Mengele, e Ian Manook, inventore della saga del commissario mongolo Yeruldelgger; gli argentini Liliana Bellone e Fernando Reati; l’inglese Tim Parks col suo nuovo romanzo In extremis; l’albanese Anilda Ibrahimi e il poeta irlandese Paul Casey.

Tra gli autori italiani: i registi-narratori Pupi Avati e Cristina Comencini, i bestseller Alessandro Robecchi, Diego De Silva, Antonio Moresco, Aurelio Picca, Romana Petri, Nando Dalla Chiesa, Enrico Deaglio, Marco Santagata, Roberto Finzi, Paolo Di Paolo, l’attore Fortunato Cerlino (il don Pietro Savastano di “Gomorra-La serie”) debuttante nella narrativa e i giornalisti-scrittori Marco Damilano, Massimo Nava, Brunella Schisa, Annalena Benini. Damilano sarà chiamato a dialogare (giovedì 21 giugno, ore 20.30, atrio del Duomo), con il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca sull’inizio della fine della Prima Repubblica.

Scarica il programma completo

Se volete approfittare di questa iniziativa per visitare Salerno e la sua provincia, il nostro albergo, a pochi chilometri dalla cittadina salernitana, è la vostra base ideale. L’Hotel Palace, infatti,  gode di una posizione privilegiata essendo al centro rispetto alle due famose coste salernitane: la Costiera Amalfitana e la Costiera Cilentana.

Lo staff dell’hotel Palace è a vostra completa disposizione per tutte le informazioni, per indicazioni turistiche e per aiutarvi ad organizzare al meglio il vostro soggiorno a Salerno.

Non vi resta che prenotare QUI e approfittare delle nostre offerte.

Vi aspettiamo!

2018-06-16T17:26:22+00:00